Non sprecare, non volere: quanti rifiuti di imballaggio sono troppi?

Il packaging è un must: immagina un mondo senza di esso.

C'è sempre stata una sorta di imballaggio e ci sarà sempre, ma c'è un modo per noi di interrompere la quantità di inquinamento e rifiuti prodotti da queste necessità della vita? Dove tracciamo il confine nell'accettare di accettare la realtà dei rifiuti di imballaggio nelle nostre vite?

Uno dei materiali da imballaggio più utilizzati è la pellicola elastica che può essere altamente tossica da produrre. È anche molto resistente, il che rende difficile la sua decomposizione se non riciclata. E la verità è che non tutte le aziende riciclano, invece di far smaltire i rifiuti di imballaggio da società terze. E se più di questi produttori e distributori iniziassero a riciclare la loro plastica, carta e cartone? Non solo risparmierebbero denaro, ma aiuterebbero anche a salvare l'ambiente da inquinanti pericolosi.

O forse potrebbero trovare un'alternativa per la pellicola elastica e altro materiale di imballaggio che genera la maggior parte dei rifiuti. Un possibile sostituto potrebbero essere adesivi pallettizzati che impediscono lo scivolamento dei prodotti quando stoccati su pallet. Alcuni di questi adesivi possono anche essere più economici dell'involucro elastico. Possono anche produrre meno inquinamento da produrre. Le corde elastiche riutilizzabili possono anche fare il trucco per sostituire la fascia elastica mantenendo i prodotti in posizione. Ci sono alcune schiume che desinigrano quando sono bagnate. Questo è positivo per l'ambiente, ma forse non è l'ideale per la spedizione o lo stoccaggio.

Per quanto ecologico possa sembrare il riciclaggio dei rifiuti di imballaggio, non è completamente verde. Per riciclare carta e cartone, le carte vengono mescolate con acqua per creare una sostanza simile alla polpa. Questo indebolisce le fibre in modo da rendere forti i materiali riciclati, i trucioli di legno vengono aggiunti nella miscela di polpa insieme ad altri prodotti chimici che rimuovono le impurità.

Se non riesci a riciclare il materiale di imballaggio, prova ad acquistare materiale biodegradabile in modo che possa decomporsi più facilmente una volta gettato via o trova prodotti che possono essere riutilizzati più volte, come airbag e arachidi da imballaggio. La riduzione dei rifiuti di imballaggio dovrebbe essere una priorità per le aziende che ne producono molti. A volte può essere lungo e noioso, ma, alla fine, Madre Natura ti ringrazierà.


Tempo post: 24 luglio 2020